27 novembre – Counsulenze individuali di Respiro Evolutivo® tutto il giorno su appuntamento

Respiro Evolutivo®

Il Respiro Evolutivo® è un non metodo, è piuttosto un approccio che si basa sull’utilizzo di alcune tecniche olistiche per favorire un autentico ascolto di sé. Una di queste tecniche è il respiro circolare consapevole che favorisce lo scioglimento delle tensioni e permette l’espressione di emozioni bloccate e trattenute fin dalla primissima infanzia e anche in epoca prenatale.

Il respiro circolare consapevole viene praticato in posizione supina con gli occhi chiusi e le braccia lungo i fianchi; si inspira con lo stesso organo con il quale si espira, dunque se si inspira con il naso si espira dal naso e lo stesso con la bocca. Inspirando si alza per prima la parte addominale poi l’aria attraversa il plesso solare, la zona toracica e infine quella clavicolare… la sensazione è che tutto il corpo respiri, dai piedi fino alla testa e viceversa in un’onda circolare e continua, con un ritmo intenso e profondo.

Questo tipo di respirazione risveglia memorie emotive assopite e permette alla persona che sta respirando di sperimentare vari tipi di esperienze interiori, impossibile descriverle tutte perché sono infinite. Per esempio è possibile rivivere i ricordi di un evento doloroso oppure sentirne solo le sensazioni nel corpo oppure emozioni che non sono state espresse, visualizzare scene che riguardano uno o più episodi della propria infanzia o contenuti del bambino/a interiore o altri simboli e archetipi.

Durante la pratica del respiro circolare consapevole stiamo dialogando con l’anima. Significa entrare in uno stato di coscienza rilassato e non ordinario, significa sperimentare la dimensione invisibile dell’esistenza.
Questo è possibile anche mentre pratichiamo altri tipi di attività che sono veri e propri portali energetici di infinite esplorazioni del mondo interiore: la visualizzazione, il dialogo delle voci, il focusing, la bioenergetica, il rilassamento profondo, la pittura, il movimento creativo e tanti altri. Se siamo in gruppo per esempio gli esercizi a coppie come il contatto visivo, la comunicazione cuore a cuore e l’abbraccio favoriscono lo scambio autentico tra le due anime che si incontrano e questo può facilmente diventare un’esperienza sacra e intima di rara bellezza, che permette di lavorare sull’apertura del cuore e sulla distruzione della maschera a favore della scoperta del vero sé e della purezza del cuore.

Il lavoro che andiamo a fare è sempre creativo…ed avviene sempre una canalizzazione di ciò che in una sessione individuale o di gruppo “deve succedere”. Partire da una via o da un’altra non ha importanza, se c’è lo spazio giusto tutto ci conduce alla matrice: che può essere un evento, uno shock, o una ferita che si crea con il tempo…come un’ ambiente che si è respirato, un condizionamento o forma-pensiero che si è impossessata di noi, oppure una parte di noi che non sappiamo gestire ma che al contrario ci gestisce e ci imprigiona l’esistenza. In molti casi è difficile accorgersi di come il corpo di dolore si è impadronito della nostra vita, ed è ancor di più difficile liberarsene…ma se normalmente potrebbe comandare per sempre la nostra vita, può bastare un attimo per sciogliere il legame con esso e riuscire a riprendere pieno possesso della nostra esistenza in presenza e consapevolezza.

Necessario è lo spazio sacro che si crea nel campo energetico tra il Counselor e il suo interlocutore, questo è costituito dalla fiducia, connessione e presenza/centratura, dall’empatia e dall’intenzione pura del Counselor che emana una vibrazione di amore incondizionato al quale il cliente risponde con la volontà di affidarsi e di sperimentare la resa e la giusta motivazione ad intraprendere un percorso di crescita personale.

Parlare di ciò che faccio mi emoziona e mi accende al tempo stesso, perché non lo considero un lavoro ma un privilegio.
Mi sono innamorata del respiro circolare consapevole perché ho sentito che poteva liberarmi da tutta la sofferenza che trattenevo nel corpo, ed ho percepito da subito la potenza, la forza ma anche la semplicità, la possibilità di essere noi stessi artefici del cambiamento, della trasformazione, senza dipendere da nessuno.
Abbiamo dentro di noi uno strumento potentissimo che può aiutarci ad ascoltare ciò che la nostra anima ci chiede e risvegliarci da quel sonno che ci vuole infelici, stanchi e nella paura.

IL RESPIRO E’ VITA, E LA VITA E’ COME SCEGLIAMO DI RESPIRARE, OVVERO DI VIVERE.

info e prenotazioni: Elisabetta Torrini 347 1946792 – Pedagogista e Counselor Olistico, Professionista UNI-PRO disciplinata ai sensi della legge 4/2013.