MENTE, CORPO, RELAZIONI

Massimo Barbieri, Psicologo, Psicoterapeuta

Giuseppe Sacchi, Osteopata

MENTE, CORPO, RELAZIONI:

TRATTAMENTO INTEGRATO PSICOTERAPICO E OSTEOPATICO

DI SINTOMI DA TRAUMI, STRESS, CONFLITTI.

Con questo articolo presentiamo un tipo di terapia congiunta, psicologica e osteopatica, che

applichiamo da una decina d’anni. L’aspetto caratterizzante è ‘completare’ il concetto di Unità

Mente-Corpo con quello di Relazione, che ne rappresenta l’anello di congiunzione.

Il nostro corpo funziona in risonanza con gli stati affettivi e dell’umore, raccogliendo e

convertendo i vissuti che si generano negli scambi comunicativi con l’ambiente relazionale. La

gestione del proprio corpo risulta una risorsa preziosa nel rapporto con se stessi, gli altri e le cose.

Sapere percepire i segnali somatici di attivazione emozionale, non sempre riconosciuta come tale e

concomitante a forme di coinvolgimento, aiuta a gestire situazioni di tensione e di eccesso.

Esprimere la propria corporeità in modo consapevole e integrato migliora la propria azione nel

mondo, consentendo di agire nella realtà sociale anziché soltanto reagire, contro la tendenza a

Nella prospettiva olistica della persona come sistema unitario, l’interazione ai livelli

psichico, somatico e relazionale, è premessa per la cura del disagio mentale, organico e

comunicativo. La gestione di conflitti e situazioni critiche, la risoluzione di traumi e il riequilibrio

neurovegetativo rappresentano gli obiettivi del nostro modo di lavorare. Pertanto, come terapeuti

consideriamo i meccanismi psicofisiologici e i processi interpersonali come operanti in stretta

connessione nell’innesco e insorgenza di disturbi e malesseri, per il significato, l’interpretazione e

la narrazione che il paziente costruisce intorno ad essi. La protezione della salute implica, infatti, un

percorso di crescita di consapevolezza personale, con effetti sullo stile delle proprie abitudini, sulla

qualità della vita. Ma anche sulla scelta del tipo di intervento di cura, in quanto le discipline

psicologiche (psicoterapia sistemica) e quelle mediche manuali naturali (come l’osteopatia)

condividono presupposti comuni:

. l’essere umano è una totalità dinamica funzionale

. il corpo possiede meccanismi regolativi preposti all’auto-guarigione

. struttura e funzione sono in rapporto di interdipendenza su ogni livello

. capire le cause che sostengono i sintomi per risolverli.

Riguardo alla psicoterapia, essendo molte nozioni e informazioni già conosciute, preferiamo

indicare i cardini della pratica clinica osteopatica per come viene declinata in questo contesto:

. il bilanciamento emozionale e l’innesco di meccanismi compensativi determinano

alleggerimento e rimozione di blocchi dovuti a eventi traumatici, forme di dipendenza, influenze

esterne prevaricanti, che si evidenziano nei tessuti in aree specifiche. Ciò si ottiene con l’uso di

tecniche di tipo liquido, biodinamico, energetico sottile ispirate alla Medicina Tradizionale Cinese

. a livello metabolico migliorano i meccanismi di autoregolazione, bilanciando lo scambio e

il dispendio energetico corporeo, nonché la funzionalità immunitaria, endocrina e viscerale

. il riequilibrio orto/para simpatico ristabilisce l’eutonia dell’attività riflessa vegetativa

autonoma; inoltre agendo sui metameri irritati si riducono i segnali nocicettivi, alleviando il dolore

. sul versante respiratorio-circolatorio, si eliminano le restrizioni del drenaggio venoso e

linfatico e del liquido cefalorachidiano

. sul piano strutturale, si ristabilisce l’aggiustamento biomeccanico e la mobilizzazione

articolare, si sciolgono le congestioni nei tessuti connettivi miofasciali, ossei e molli; si rimuovono

le forze che ostacolano le vie di comunicazione del corpo consentendo il benessere dell’organismo.

Tale approccio ha un contenuto costo economico e di tempo: nella nostra esperienza

miglioramenti significativi, che giustificano concludere il trattamento, sono percepiti dai pazienti

1

entro una decina di sedute complessive, suddivise tra psicoterapia e osteopatia. Abbiamo lavorato

con questo ‘protocollo’ nelle seguenti condizioni:

. sintomi d’ansia e depressivi a espressione somatica e viscerale, quali: difficoltà di

addormentamento e mantenimento del sonno, problematiche toracico-addominali (cardiache,

respiratorie, digestive), malfunzionamenti sessuali, dismenorrea, sbilanciamenti di valori ematici e

ormonali (ipertensione, glicemia, colesterolemia)

. problematiche connesse al parto

. manifestazioni cutanee (alopecia, eczemi, psoriasi, dermatiti)

. dolori muscolo-scheletrici (mal di schiena, cefalee, fibromialgie)

. decorsi e postumi di interventi chirurgici.

Massimo Barbieri 3409692174 Giuseppe Sacchi 3358158282

___________________________________________